Browsing Category

Pane

Lievitati/ Pane/ Ricette dal Mondo

Flatbread alla griglia

flatbreadgriglia

Il Flatbread letteralmente “pane piatto” è un pane antichissimo poco lievitato e cotto in padella.

Le origini del Flatbread risalgono a 14 mila anni fa, ne sono state trovate tracce recentemente in Giordania durante uno scavo archeologico.

Il Flatbread si sarebbe poi diffuso in tutto il mondo in diverse versioni, merito della semplicità di preparazione e di una cottura veloce.

flatbreadgrigliato

la ricetta del Flatbread che vi propongo è la Recake di questo mese .

Non potete assolutamente perderla

Print Recipe
Flatbread alla griglia
Flatbread letteralmente pane piatto cotto in padella
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Per il burro all'aglio
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Per il burro all'aglio
Istruzioni
  1. In una ciotola ampia (della planetaria, se la usatunite la farina e il sale. Aggiungete anche il lievito e mescolate. Fate la fontana al centro e unite l’acqua, il miele e l’olio. Date una mescolata usando un mestolo di legno. Lavorate l’impasto su un piano leggermente infarinato, per una decina di minuti (5 minuti con gancio, se usate la planetaria). Trasferite l’impasto in una ciotola leggermente unta. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio (ci vorrà circa un’ora).
  2. Preriscaldate una piastra (possibilmente in ghiso la griglia del barbecue. Ungete la griglia o la piastra con poco olio.
  3. Nel frattempo, dividete l’impasto in 8 pezzi. L’impasto sarà leggermente appiccicoso, quindi ungetevi le mani per lavorarlo, senza aggiungere farina. Allargate l’impasto con la punta delle dita, appiattendolo abbastanza, e conferitegli una forma ovale.
  4. Mettete i pani su un foglio di carta forno unto con poco olio e allargateli ancora. Quando la piastra o la griglia saranno roventi, trasferitevi i pani un paio alla volta.
  5. Cuoceteli per 3-4 minuti per lato. Man mano che saranno cotti avvolgeteli con un canovaccio pulito.
  6. Mentre cuocete i pani, preparate il burro all’aglio. Mettete il burro in una casseruola e unitevi gli spicchi di aglio tritati molto finemente (meglio se con uno spremiaglio). Quando il burro sarà spumeggiante e sentirete l’aroma di aglio, spegnete il fuoco.
  7. Quando tutti i pani saranno pronti spennellateli con il burro all’aglio e completate con un pizzico di sale e prezzemolo tritato.

flatbreadgriglia
Aperitivo/ Lievitati/ Pane/ Pizza e Focacce

Focaccine alla curcuma cotte in padella

Oggi vi lascio  la ricetta di queste morbide focaccine alla curcuma che ho preparato al volo l’altra sera per sopperire alla mancanza di pane in casa.

L’impasto per queste focaccine alla curcuma si prepara in pochissimi minuti e trascorso il periodo di lievitazione si cuociono in modo altrettanto veloce.

Questa delle focaccine alla curcuma è una di quelle ricette che io chiamo salva cena, nella maggior parte dei casi infatti quando le preparerete da semplice accompagnamento diventerannono portata principale, perlomeno così succede a casa mia 😉

Si prestano ad essere condite in svariati modi ma sono già buonissime mangiate calde calde appena tolte dalla padella.

Print Recipe
Focaccine alla curcuma cotte in padella
Focaccine alla curcuma cotte in padella
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 3 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
4/5 persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 3 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
4/5 persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. In una ciotola mescolate la farina con la curcuma. Fate una fontana, sbriciolate al centro il lievito e cominciate a scioglierlo unendo a filo l'acqua un po' alla volta.
  2. Unite il sale, l'olio, i semini e lavorate l'impasto fino a quando non risulti liscio e omogeneo. Trasferitelo in una ciotola pulita copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per un oretta scarsa.
  3. Stendete l'impasto su un ripieno infarinato con le mani. Fate lievitare una seconda volta. Con l'aiuto di un coppa pasta ricavate le vostre focaccine.
  4. Scaldate sul fuoco un padellino dal fondo spesso e cuocete le focaccine circa un minuto o poco più per lato.
  5. Conditele a vostro piacimento e gustatele
Recipe Notes

Se avete fretta potete utilizzare anche il lievito istantaneo ( un paio di cucchiaini) per la realizzazione di queste focaccine.

Sempre per velocizzare , in commercio trovate abbastanza facilmente ormai la farina già miscelata con la curcuma e volendo anche i semi 😉

 

Lievitati/ Pane

Crusty french bread rolls

Panini francesi croccanti

Preparare il pane  ormai è  un rito che  a casa mia si ripete costanze da quasi due anni almeno una volta a settimana, esattamente dal giorno in cui il mio lievito madre ha preso vita regalandomi una soddisfazione dietro l’altra.

 

 

 

Come questi buonissimi panini croccanti fuori e morbidi dentro, una ricetta che mi ha subito incuriosito, perché   vanno preparati come fossero dei muffins, separando gli ingredienti liquidi da quelli solidi per poi unirli in un secondo momento, strano per un impasto da pane. 
A casa sono piaciuti e sicuramente tornerò a prepararli molto presto.
 

 

 
 

Ingredienti:

5/6 Cup  o 130/150g a cup )di Farina per pane (io tipo 1 macinato a pietra)
2 cucchiai di burro chiarificato ( io 2 cucchiai di olio extra vergine ‘d’oliva)
1/2 bustina di lievito secco attivo (io 150 g lievito madre)
2 cucchiaini di zucchero
2 tazze  o 500 ml di acqua tiepida
1/2 tazza di latte il polvere oppure 125 ml di latte liquido ( se usate il latte liquido sottraete i 125 ml all’acqua dell’impasto che non sarà più 500ml ma 375ml)

10/12 g di sale
farina per spolverare
 
 
Come avete notato la ricetta originale è in cup,  ormai un dosatore in cup si trova in ogni cucina quindi se lo avete in casa non perdete tempo a fare le conversioni.
In una ciotola capiente setacciate la farina e mettete da parte.
in un altro contenitore sciogliete il lievito in 1/2 tazza di acqua con un cucchiaino di zucchero,mescolate e lasciate riposare 10 minuti (30 se usate il lievito madre)
Trascorso il tempo necessario, unite al lievito,i restanti liquidi acqua e latte, l’altro cucchiaino di zucchero, l’olio il sale  e mescolate bene. aggiungete 3 tazze di farina e con l’aiuto di un mestolo amalgamate il tutto, continuate aggiungendo mezza tazza di farina alla volta, non appena si sarà formato l’impasto continuate a lavorarlo a mano su una spianatoia e impastate fino ad ottenere una massa liscia,elastica e leggermente appiccicosa. Formate una palla, trasferitela in un contenitore a lievitare fino al raddoppio del volume.
una volta raddoppiato riportate la pasta sul piano di lavoro e sgonfiate l’impasto con le mani, date le pieghe per riformare la palla e mettete a lievitare un’ altra volta.
Ancora una volta riprendete l’impasto e sgonfiatelo, dividetelo in 10/12 porzioni, e formate i panini come in questo video
Sistemate i panini su una teglia infarinata copriteli e lasciateli lievitare fino a quando non risultano belli tesi e gonfi.
Scaldate il forno alla massima temperatura, mettete sul fondo un pentolino con dell’acqua per formare il vapore e ottenere una crosta croccante. Fate un taglio a croce sui panini con l’un paio di forbici, spolverateli di farina e infornate per 20/25 minuti abbassando la temperatura del forno a 200° dopo i primii5 minuti di cottura. i panini saranno pronti quando assumeranno un bel colore marrone dorato. Sono buonissimi freddi e ottimi da mangiare caldi caldi.
 
 
Lievito Madre/ Pane/ Senza categoria

Pane con Lievito Madre il mio primissimo impasto

Finalmente mi sono decisa.
 Dopo anni passati a guardare con meraviglia e stupore chi magicamente panificava usando il Lievito Naturale, 
 mi sono buttata e ho creato la mia pasta madre che miracolosamente fino ad oggi vive serena nel mio frigo e ha già cominciato a darmi molte soddisfazioni.
Vi presento il primo esperimento.
 
Pane con farina di Solina e Lievito Madre
(Ricetta tratta dal blog di Pan di Pane e modificata da me  in alcune sue parti)
 
Ingredienti:
250g di Farina di Solina
125g di Sfarinato di Grano duro
125 g di Farina Biologica 0
300g di Acqua + 90gr da inserire inseguito
150g di Lievito Madre
1 cucchiaino di Malto d’orzo
10-12 g di sale
 
 
Setacciate le Farine in una ciotola , versate i 300 g di acqua e mescolate velocemente quel tanto che basta a far assorbire il liquido.
lasciate riposare dai 20 minuti al massimo di un ora.
Questo “processo” in gergo viene chiamato Autolisi .

 

 

Trascorso il tempo dell’autolisi aggiungete gli altri ingredienti, la pasta madre, l’acqua rimanente e per ultimo il sale e impastate per 15 minuti circa con l’impastatrice fino ad ottenere un impasto omogeneo e sodo.

Trasferite l’impasto in un contenitore da lievitazione o in una ciotola pulita per tre ore. Durante le quali ogni 45 minuti circa farete delle pieghe tipo stretch-and-folding 
Trascorse le tre ore
 formate una pagnotta trasferite l’impasto in un cestino da lievitazione ben infarinato oppure una ciotola foderata con uno strofinaccio ben infarinato.
Coprite con della pellicola e mettete a riposare in frigo per 18 ore.

 

 
Trascorse le 18 ore, tirate fuori dal frigo la pagnotta che si presenterà gia lievitata e portatela a temperatura ambiente per far completare il processo di lievitazione.
Ci metterà 3 ore circa.

È arrivato il momento di infornare.
Scaldate il forno in funzione statica a 240° con all’interno un pentolino metallico.
Raggiunta la temperatura ribaltate l’impasto su una placca da forno infarinata, praticate dei tagli a vostro piacimento sulla superfice della pagnotta e infornate, ricordandovi di mettere un pò d’acqua nel pentolino che a questo punto sarà rovente.
lasciate cuocere per un ora circa diminuendo la temperatura piano piano fino  a 200° nella prima mezzora.
Negli ultimi 10 minuti cuocete con lo sportello del forno socchiuso ( aiutatevi con un cucchiaio di legno per esempio)
lasciate raffreddare il pane su una gratella prima di procedere con il taglio e l’assaggio.