Senza categoria

Calamari a modo mio

Questa preparazione ha allietato la mia tavola più volte quest’estate,  pesce  fresco come piace qui a casa ,con quello che c’è in dispensa , patate e olive “cunsate” ,sicule ovviamente.
 
 
 
 
Ingredienti:
 
4 Calamari
4 Patate
Olive Verdi condite
1 Spicchio d’Aglio
Prezzemolo
Vino bianco q.b.
Olio extra vergine d’oliva
1 noce di Burro
Rosmarino
Sale e Pepe
 
 
Pulite per bene i calamari tagliate le sacche a rondelle e dividete  i tentacoli in due, metteteli in una ciotola e copriteli con del vino bianco, lasciate marinare per 2 orette.
Nel frattempo pelate le patate, tagliatele a grossi tocchi e sbollentatele per un paio di minuti.
Scolatele bene, trasferitele in una pirofila condite con 2 cucchiai d’olio, sale pepe e rosmarino, mettete in forno a 200° . Dopo 10/15 minuti unite la noce di burro ,mescolate e completate la cottura.
A questo punto scolate dal vino i calamari ,trasferiteli in un altra pirofila, condite con olio, aglio e prezzemolo
tritati, sale e pepe. Infornate per una decina di minuti ( forno caldo sempre a 200°).
Una volta cotti calamari e patate uniteli insieme ( eliminando il liquido che i calamari avranno creato in cottura) unite due cucchiai di olive condite mescolate e servite.
Potete mangiare questo piatto anche freddo.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    Cuoca Pasticciona
    18 settembre 2013 at 9:52

    Mi ricorda tanto l'insalata di polpo e patate! La ricetta che ci proponi è ottima per l'estate e perchè no anche per l'inverno!!! Sempre buonissima..

  • Reply
    Assunta Pecorelli
    18 settembre 2013 at 10:24

    Mi piace moltissimo, grazie per questa ricetta, semplice e gustosa! :-))

  • Reply
    anna molino
    18 settembre 2013 at 18:25

    Buone queste insalate con i calamari !

  • Reply
    Francesca
    22 settembre 2013 at 8:48

    Ma quante meraviglie e davvero bello il tuo blog. Mi sono unita ai tuoi sostenitori così da averti sempre a portata di click. Se ti va fallo anche tu. Grazie. Francesca.

  • Leave a Reply