Senza categoria

Dado Vegetale Granulare

Conoscete il Glutammato? è il più famoso additivo usato dall’industria alimentare  lo troviamo nei piatti pronti surgelati, nei salumi, nei liofilizzati, nei  prodotti in scatola e nel famoso dado che spesso usiamo per cucinare.
Il suo scopo è quello di esaltare il sapore dei cibi, nella maggior parte dei casi serve a mascherare il sapore di prodotti scadenti.  Diversi studi affermano che può essere nocivo per il nostro organismo ( vi invito a fare delle ricerche in proposito, guardate per esempio il servizio che ha dedicato Report all’argomento ) se assunto in dosi elevate, ma ad oggi non ci sono certezze assolute sulla pericolosità o meno di questa sostanza.
In generale ha le stesse controindicazioni del sale, limitarne l’uso,limita gli effetti negativi, per questo motivo occorre fare molta attenzione a ciò che mettiamo nel carrello quando andiamo a fare la spesa non dimentichiamo mai di leggere l’etichetta il glutammato si nasconde anche nei prodotti dietetici e viene camuffato con altri nomi :
glutammato monosodico
glutammato
acido glutammico
oli o grassi vegetali idrogenati
proteine idrogenate
gelatina
caseinati di sodio o di calcio
lievito aggiunto
glutammato monopotassico
certi oli di mais
 le sigle E620 E621 E625

Adottare uno stile di vita sano ci mette al riparo da ogni pericolo, quando si può è bene evitare l’uso di cibi pronti e optare per piatti freschi con prodotti di stagione.
Sono moltissime le cose che con un po’ di buona volontà è possibile preparare in casa , è il caso del dado vegetale granulare di cui vi parlo oggi.

 

Dado Granulare Vegetale
( La Cucina Italiana settembre 2012)

Ingredienti:
Cipolla
Carote
 Sedano
(le dosi generali sono 40% cipolla,30%sedano 30%carote)
Potete integrare con
Porro
Scalogno (nella quantità che desiderate)
Sale fino ( pesate gli ortaggi tagliati e lavati e misurate il 35/40% di sale)
 
Aromi:
Prezzemolo
Alloro
Maggiorana
Timo
Pepe nero
Aglio 
( potete mettere tutti gli aromi ,solo alcuni o nessuno, più spezie inserite più profumato sarà il vostro brodo,la rivista suggerisce anche l’aggiunta di funghi, curcuma e paprica dolce, io mi sono limitata alla ricetta classica per il momento).
 
 
 Sminuzzate le verdure e lavatele con attenzione, pesate gli ortaggi e aggiungete il sale , completate con gli aromi, trasferite tutto in una pentola e mettete a cuocere a fuoco medio.
In un primo momento il sale e i liquidi delle verdure formeranno molta acqua. tenete la pentola sul fuoco fino a quando le verdure non risulteranno ben asciutte.
Allargate le verdure su una superficie per lasciarle essiccare o all’aria aperta o in forno a 60° gradi ( io li ho disposti in una teglia su carta forno e messi in forno ventilato  ) quando le verdure saranno ben asciutte tritatele nel tritatutto fino ad ottenere una polvere granulosa ,se la polvere dovesse risultare ancora umida fate un altro passaggio in forno a 50°.
Il dado granulare adesso è pronto per essere invasato e conservato a temperatura ambiente in attesa di usarlo come e quando volete.
Si conserva anche per tre mesi.
 
Ps: Regalatelo a mamme e zie le farete felici e voi vi prenderete le vostre belle soddisfazioni 😉
 
 
 
 
English Version:

 

Granular Vegetable Nut
 
Ingredient:
 
Onion
Carrots
Celery (doses general are 40% onion, 30% celery, 30% carrot)
You can integrate with
Leek
Shallot (the amount you wish)
Salt (washed and cut vegetables weighed and measured the 35/40% salt)Aromas:
Parsley
Laurel
Marjoram
Thyme
Black Pepper
Garlic

 
 
 Chop the vegetables and wash them carefully, weigh the vegetables and add salt, garnish with flavorings, transferred everything in a pot and put in cucocere over medium heat.In a prim when the salt and liquid form of vegetables plenty of water. Keep the pot on the stove until the vegetables will be very dry.

Spread the vegetables on a surface to dry out or leave them in the open air or in an oven at 60 degrees (I have them arranged in a pan on baking paper and placed in a convection oven) when the vegetables are completely dry grind them in the food processor until a granular powder, if the powder is found to be still moist take another step in the oven at 50 °.

The nut granular now ready to be possessed and stored at room temperature pending use it as and when you want.

It can be kept for up to three months.

You Might Also Like

21 Comments

  • Reply
    Le Spizzicate Salentine
    2 ottobre 2012 at 9:38

    Molto interessante questo post, anche noi siamo attente ai prodotti genuini, quindi questo dado vegetale fatto in casa è veramente ideale per rendere i nostri piatti ancora più sani. Lo faremo sicuramente come provvista per l'inverno. Grazie Giovanna baciii

  • Reply
    Raffaella
    2 ottobre 2012 at 9:44

    Ahhhh che bella ricetta!!! questa la farò sicuramente! Ho fatto una volta il dado al bimby, ma così non l'ho mai provato!!!
    Sono d'accordo con te…più cose si fanno in casa meglio è…Io cerco di evitare sempre, per quel che si può, i cibi che contengono grassi idrogenati! Bel post cara!!!

  • Reply
    Serena [verdepomodoro]
    2 ottobre 2012 at 9:45

    questo mi ispira parecchio…. ma in che senso le verdure devono risultare asciutte? si deve ritirare tutta l'acqua?

  • Reply
    Eva
    2 ottobre 2012 at 9:48

    ma che bello! è perfetto! ed è meglio farsi il dado da soli!chissà cosa ci mettono realmente dentro! appena possibile provo la tua ricetta!

  • Reply
    Giovanna Venosa
    2 ottobre 2012 at 9:57

    Giovanna 🙂 fammi felice mandamene un vasetto già pronto :)))))))

  • Reply
    bricioleefantasia
    2 ottobre 2012 at 9:57

    @Serena esatto si deve ritirare tutta l'acqua , ti renderai conto da sola, più le verdure saranno asciutte meno sarà il tempo di essicazione nella fase successiva.
    Per qualsiasi altro dubbio sono qua 😉

  • Reply
    bricioleefantasia
    2 ottobre 2012 at 10:40

    @Gio mandami messaggio privato su Fb con indirizzo e io ti accontento subito 😉

    • Reply
      Giovanna Venosa
      3 ottobre 2012 at 6:39

      ahahahaha :))) me lo devi portare di persona…caspita siete sempre in giro fate una capatina anche qui! :)))

  • Reply
    Renza
    2 ottobre 2012 at 11:01

    L'ho fatto anni fa e mi sono trovata molto bene! Quest'anno lo voglio rifare e provo la tua ricetta!
    Buona giornata!

  • Reply
    ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ
    2 ottobre 2012 at 11:23

    questa me la segno per provarlo….
    lia

  • Reply
    Friarielli and Sound
    2 ottobre 2012 at 11:51

    Sono d'accordo con te! Sono diventata "isterica" nel guardare le etichette di tutto ciò che compro! Ma è vermante difficile, siamo sommersi di "chimico". Bella ricetta, grazie!
    Un bacio
    Leti

  • Reply
    Loredana
    2 ottobre 2012 at 14:22

    Bellissimo, io mi fermavo alla cottura e non sapevo dell'essiccazione, adesso ho un altrometodo da provare! 😉

    ciao loredana

  • Reply
    Donaflor
    2 ottobre 2012 at 18:58

    concordo…anch'io sono super attenta agli ingradienti quando faccio la spesa! il dado poi…lo uso così raramente…che alla fine faccio scadere la confezione e butto via tutto!
    il tuo dado vegetale un'ottima alternativa!
    baci

  • Reply
    Irma la dolce
    2 ottobre 2012 at 21:32

    Geniale…non sapevo che si potesse fare in casa!
    Proverò visto che ci sono ancora tante verdure fresche..Grazie!!

  • Reply
    mimma
    5 ottobre 2012 at 17:24

    estremamente interessante. Lo provo immediatamente!!!!!!
    se ti va vieni a trovarmi!!!!ciao

  • Reply
    sississima
    6 ottobre 2012 at 8:11

    brava, hai fatto un post molto utile, e la Cucina Italiana ce l'ho pure io, l'avevo adocchiata questa ricetta, un abbraccio SILVIA

  • Reply
    Le Spizzicate Salentine
    6 ottobre 2012 at 23:23

    Ciao Gio! Post molto ma molto interessante! E' veramente un piacere leggerti! Chapeau! Un abbraccio, Lety&Dany

  • Reply
    SuperAle
    11 ottobre 2012 at 10:13

    Brava, ottimo post… perfettamente d'accordo!!! il dado l'ho bandito da illo tempore per la ragioni da te citate! è una schifezza! ma non avevo mai pensato ad una soluzione di questo tipo!!! il mio escamotage per avere del dado sano in casa era quello di prepararlo con il Bimbi e poi congelarlo, dato che è un prodotto umido e non è possibile conservarlo a lungo. Questa invece sembra una soluzione molto più pratica, e immaginando che tu l'abbia già provato desideravo chiederti se la solubilità di questo dado è comunque buona o se lascia molti residui, ed inoltre, sempre secondo tua esperienza, quanti cucchiai sono necessari per ottenere un litro di buon brodo?
    scusa se sono stato prolisso… e dato che questa è la mia prima cisita ci tengo anche a farti i complimenti per blog, davvero bello e curato, nella forma e nei contenuti! ciao

  • Reply
    bricioleefantasia
    11 ottobre 2012 at 14:34

    @SuperAle grazie per i complimenti sei molto gentile, provo a rispondere alle tue domande, il brodo si scoglie abbastanza bene dipende molto da quanto viene tritato io l'ho lasciato un pò grossolano perchè mi piace cosi, più lo riduci in polvere e più si scoglierà, io uso circa 15/20g di brodo granulare per litro d'acqua, il mio brodo è preparato con il 35% di sale sul peso delle verdure,dipende molto dai gusti tieni conto che un dado classico a cubetti pesa circa 10g e serve per 1/2litro di acqua più o meno la proporzione è la stessa…spero di essererti stata utile. Sono qua per ogni altro tuo dubbio. Ciao.

  • Reply
    SuperAle
    11 ottobre 2012 at 15:15

    utile ed impeccapile… DAVVERO BRAVA, GRAZIE ANCORA!

  • Reply
    Mary Vischetti
    30 ottobre 2016 at 19:05

    Che bella idea Giovanna, anche come cadeaux per Natale!
    Un abbraccio grande,
    Mary

  • Leave a Reply