Browsing Category

Pizza e Focacce

Aperitivo/ Lievitati/ Pane/ Pizza e Focacce

Focaccine alla curcuma cotte in padella

Oggi vi lascio  la ricetta di queste morbide focaccine alla curcuma che ho preparato al volo l’altra sera per sopperire alla mancanza di pane in casa.

L’impasto per queste focaccine alla curcuma si prepara in pochissimi minuti e trascorso il periodo di lievitazione si cuociono in modo altrettanto veloce.

Questa delle focaccine alla curcuma è una di quelle ricette che io chiamo salva cena, nella maggior parte dei casi infatti quando le preparerete da semplice accompagnamento diventerannono portata principale, perlomeno così succede a casa mia 😉

Si prestano ad essere condite in svariati modi ma sono già buonissime mangiate calde calde appena tolte dalla padella.

Print Recipe
Focaccine alla curcuma cotte in padella
Focaccine alla curcuma cotte in padella
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 3 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
4/5 persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 3 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
4/5 persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. In una ciotola mescolate la farina con la curcuma. Fate una fontana, sbriciolate al centro il lievito e cominciate a scioglierlo unendo a filo l'acqua un po' alla volta.
  2. Unite il sale, l'olio, i semini e lavorate l'impasto fino a quando non risulti liscio e omogeneo. Trasferitelo in una ciotola pulita copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per un oretta scarsa.
  3. Stendete l'impasto su un ripieno infarinato con le mani. Fate lievitare una seconda volta. Con l'aiuto di un coppa pasta ricavate le vostre focaccine.
  4. Scaldate sul fuoco un padellino dal fondo spesso e cuocete le focaccine circa un minuto o poco più per lato.
  5. Conditele a vostro piacimento e gustatele
Recipe Notes

Se avete fretta potete utilizzare anche il lievito istantaneo ( un paio di cucchiaini) per la realizzazione di queste focaccine.

Sempre per velocizzare , in commercio trovate abbastanza facilmente ormai la farina già miscelata con la curcuma e volendo anche i semi 😉

 

Antipasti/ Cucina Regionale/ Festività/ Natale/ Pizza e Focacce/ Senza categoria

Pizza di Scarola

Spesso nella mia cucina mi piace sperimentare, 

provare ingredienti nuovi e insoliti e ricette di altri paesi.

Ma quando cucino per gola, senza dubbio opto sempre per i piatti della tradizione italiana, quelli che non tradiscono mai.

Pizza di Scarola

Ed ecco che vi presento la ricetta di oggi.

la mia versione della Pizza di Scarola Napoletana.

Ho seguito la ricetta tradizionale, ho però usato una farina diversa dal solito.

La Timilia

 

pizza scarola Timilia

la Timilia o ” Tumminia” è una farina di grano duro Siciliano, un grano antico macinato a pietra.

Una farina ricchissima di proteine e un basso indice glicemico.

È la farina con cui si fà il famoso pane di Castelvetrano , presidio Slow Food.

 

Grazie al ritorno del consumo di farine macinate a pietra,

i grani antichi come la Timilia hanno ripreso ad essere coltivati ed è più facile per noi consumatori reperirli.

Per fortuna nostra e dei nostri palati.

Farina Timilia

 

Print Recipe
Pizza di Scarola
la Pizza di Scarola piatto della tradizione Napoletana
Porzioni
Ingredienti
Per il ripieno
Porzioni
Ingredienti
Per il ripieno
Istruzioni
  1. In una ciotola mescolate le due farine. Sciogliete il lievito di birra in un po' d'acqua e unitele alla farine, insieme al resto dell'acqua, e cominciate ad impastare a mano o con una comune impastatrice. Quando l'impasto sarà liscio e omogeneo, unite l'olio in cui avrete sciolto il sale e impastate ancora fino a completo assorbimento. Formate un panetto. Ponete l'impasto in una ciotola unta d'olio coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio in un luogo tiepido e asciutto. Nel frattempo lavate e sbollentate la Scarola e scolatela bene. In una padella fate imbiondire uno spicchio d'aglio con un filo d'olio e le acciughe. Togliete l'aglio prima che bruci, aggiungete , la scarola, l'uvetta che avrete fatto ammollare in acqua e cuocete a fuoco vivace, fino all'assorbimento completo dell'acqua della verdura. Unite infine le olive e i pinoli tostati in padella per pochi minuti. Aggiustate di sale e pepate. Stendete l'impasto ormai lievitato su una teglia oliata di 24 cm di diametro, la pasta deve andare di molto oltre il bordo. Aggiungete il ripieno di scarola e ripiegate i bordi di pasta avanzata sulla teglia, in modo da ricoprire in parte il ripieno. Cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti circa o comunque fino a completa cottura della pizza.
Recipe Notes

Ottima da servire Fredda

 

 

 La Pizza di Scarola a Napoli è tipica delle feste natalizie, si prepara in particolar modo per la vigilia di Natale.

Con questa ricetta apriamo una carrellata di preparazioni delle feste.

Continuate a seguirmi 🙂

Vi segnalo la mia pagina Facebook a questo link.

Se passate a trovarmi anche li, mi fate piacere, vi aspetto 🙂

 

 

Cucina Abruzzese/ Lievitati/ Lievito Madre/ Pizza e Focacce/ Senza categoria

Focaccia di pasta di pane con formaggio fresco

GiovannaA Focaccia (4)

Questa è una ricetta semplice, una ricetta  che evoca epoche lontane, quando la vita scorreva con ritmi lenti e preparare il pane era un rito.

Le donne si riunivano e si davano una mano l’un l’altra, c’èra chi si occupava del pane e chi intratteneva i bambini con la promessa di una focaccia calda e fragrante tutta per loro.

Così nascevano ricette come questa  in particolare, che per l’esattezza veniva preparata dalle massaie abruzzesi.

Su Taste Abruzzo vi spiego come fare per prepararla e vi consiglio anche quale farina usare. 

Cucina Regionale/ Cucina Siciliana/ Lievitati/ Pizza e Focacce/ Senza categoria

Sfincione

Ma quante ricette archiviamo noi food blogger nell’arco di un anno? Stamattina cercando di dare una ripulita al PC, mi sono imbattuta in una cartella “Foto Blog da pubblicare”.  E questa da dove salta fuori?
Tra le tante foto , e le altrettante ricette , eccone una a cui tengo  particolarmente:

:” Lo Sfincione”
 

A Palermo Street food per eccellenza, una delizia per il palato, passeggiando per le vie del centro storico è facile imbattersi nello “Sfincionaro ” che con con la sua “Lambretta e il suo Abbannio”(urlare a voce alta) vi invita ad assaggiare la sua prelibatezza.

Un tempo le donne preparavano lo sfincione a casa e poi portavano la teglia al forno più vicino per infornarlo, ho memoria di quando anche mia nonna e le sue sorelle lo facevano, le nuova generazioni come me, lo preparano e lo cuociono in casa.

Questa la mia versione:

250g Farina 00
250g Farina rimacinata
25g Lievito di birra
25g Strutto
Un pizzico di zucchero
Sale q.b.
Acqua

Per il condimento:
1Grossa Cipolla
Cacio Cavallo
Filetti di acciughe
Pomodoro pelato
Pangrattato
Origano
Olio extra vergine d’oliva

Setacciamo le due farine su una spianatoia, facciamo una fontanella e aggiungiamo il lievito sciolto in un po’ d’acqua tiepida, un pizzico di zucchero e il sale ,impastiamo aggiungendo l’acqua via via, ,dobbiamo ottenere un impasto bello morbido a questo punto aggiungiamo lo strutto e lavoriamo ancora un po’,lasciamo lievitare il nostro impasto al caldo per circa 2 ore. Trascorse le due ore sistemiamolo in una teglia senza schiacciare troppo ( non è una pizza deve essere alto) e lasciamolo lievitare nuovamente.

 

Prepariamo il condimento, tagliamo la cipolla a fettine sottile e facciamola appassire in padella con un po’ d’olio e 2 cucchiai d’acqua sale e pepe. tostiamo il pangrattato con due cucchiaia d’olio e teniamo da parte.
Riprendiamo la nostra teglia con l’impasto e disponiamo sopra i filetti di acciughe spezzettati e il cacio cavallo tagliato a dadini ( spingiamo il formaggio dentro l’impasto) proseguiamo con la cipolla appassita e a questo punto il pomodoro pelato ( io lo metto a crudo ) completiamo con il pangrattato tostato e una spolverata di origano secco e un filo d’olio. Inforniamo come pizza per 20 minuti circa.

Per questa ricetta ho usato:
Il pomodorino del piennolo casa barone
Farine molino Chiavazza

Pizza e Focacce

Pizza Party

Buongiorno carissime/i, , come va stamani? oggi è una splendida giornata , ho tanta voglia di uscire, sotto casa c’è il mercato, voglio andare a vedere se trovo le vongole dal pescivendolo, ho appena letto un post di I pasticci dello Ziopiero e ho voglia di provare la sua ricetta.
ieri sera a casa, Pizza party, che bontà, la pizza è uno dei miei piatti preferiti la mangerei a colazione pranzo e cena, la mia dicono sia molto buona ,ma non posso darvi la ricetta o meglio le dosi perché vado sempre ad occhio, e devo dire che il risultato migliora sempre più,  vediamo come posso descrivervi la mia preparazione.

Ingredienti :
Farina 0
Acqua
sale
lievito di birra
Strutto( una noce appena, è un mio segreto, il risultato è eccezionale, il cucchiaio d’olio non fa lo stesso)
Come procedere voi sapete benissimo, quindi bando alle ciance eccovi le foto:

Adesso i particolari:

 

 

Fagottini alla Siciliana ,ripieni di Pomodoro, olive ,origano ,cipolle e acciughe, ve li consiglio vivamente.

 

Il calzone ripieno di mozzarella ,ricotta e prosciutto cotto.

La pizza alla marinara (o meglio, questa è solo la base per la marinara ,mancano i pesciolini, ma io l’adoro cosi) condita con pomodoro,aglio prezzemolo e basilico)

Ed infine una semplice margherita con prosciutto.

Un caro saluto a tutti voi, corro al mercato!!!!!;);)