Browsing Category

Festività

Cioccolato/ Classici/ Dolci/ Festività/ Natale/ Senza categoria

Mendiants

mendiants

 

I Mendiants

sono dei golosissimi dolcetti di origine Francese ,

 che si preparano in Provenza  per la grande cena della vigilia.

La “grande cena”  ha origini medievali ed è piena di simboli religiosi. 

La tavola viene apparecchiata con 3 tovaglie bianche, 3 candele e 3 piatti di grano germogliato per rappresentare la Trinità ( Padre,Figlio e Spirito Santo) e il menù della cena è composto da 7 piatti magri, i 7 dolori di Maria e 13 dolci a rappresentare l’ultima cena . 

 

Tra i 13 dolci ci sono i Mendiants.

I Mendiants che in francese significa letteralmente mendicanti , rappresentavano i 4  ordini mendicanti della chiesa del Medioevo.

I Francescani: vestiti con lunghe tuniche con cappuccio marrone ,rappresentati dall’uva di Malaga.

I Carmelitani: vestiti con abiti marroni, sono rappresentati dalle noci o dalle nocciole.

I Domenicani: vestiti di bianco, rappresentati dalle mandorle.

Gli Agostiniani: vestiti di viola,rappresentati dal fico di Provenza.

 

 

Quanta storia e quanto simbolismo dietro questi cioccolatini.

Il miei mendiants naturalmente non hanno nessun riferimento religioso , li ho preparati semplicemente come regalo goloso.

Sono semplicissimi da preparare, belli da vedere e buoni da mangiare 😉

 

Print Recipe
Mendiants
Tempo di preparazione 10 minuti
Porzioni
10/12 pezzi
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Porzioni
10/12 pezzi
Ingredienti
Istruzioni
  1. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato. Con l'aiuto di un cucchiaio distribuitelo formando dei cerchi ben distanziati tra loro su un foglio di carta forno o come ho fatto io su un tappeto si silicone per macaron.
  2. Distribuite su ogni disco di cioccolato seguendo il vostro gusto la frutta secca,i canditi e gli aromi.
  3. Fateli rassodare per bene. Io li metto in frigo per 20 minuti circa.
  4. I vostri mediants sono pronti per essere gustati
Recipe Notes

Più che una ricetta come avete visto è una non ricetta. nessuna dose e nessun ingrediente prestabilito.

Spazio  totale al gusto personale vostro o della persona per cui li preparate.

 

Crostate/ Dolci/ Festa della mamma/ Festività

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

Cominciamo questo Lunedì con dolcezza, oggi vi lascio la ricetta di una buonissima crostata con un ripieno davvero goloso.

Una crema di ricotta arricchita da una composta di fragole che non potrà non piacervi.

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

Semplice da preparare come piace a me.

Molto bello il risultato finale, è una crostata che potrete tranquillamente preparare come fine pasto per un pranzo domenicale.

perfetta per festeggiare la mamma la prossima domenica

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

 Se come me amate in modo viscerale le fragole non potete che provarla.

Questo è proprio il periodo giusto per farlo,le fragole ormai sono di stagione, hanno un profumo e un sapore meraviglioso,

delle buone fragole in questa preparazione fanno ovviamente la differenza.

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

 

Print Recipe
Crostata con Crema di Ricotta e Fragole
Una classica pasta frolla, ripiena con una crema di ricotta e fragole, irresistibile.
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per il ripieno
Per decorare
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per il ripieno
Per decorare
Istruzioni
  1. Tagliate a tocchetti il burro e amalgamatelo con lo zucchero, unite l'uovo intero e il tuorlo e infine la farina passata al setaccio, la buccia di limone grattugiata e il pizzico di sale.
  2. Lavorate velocemente tutti gli ingredienti, formate una palla con l'impasto. Avvolgetelo con la pellicola da cucina e Trasferitelo in frigo a riposare per 30 minuti.
  3. Nel frattempo Lavate le fragole per il ripieno e tagliatele a dadini. Trasferitele in un pentolino con 80 g di zucchero e il succo del limone e cuocetele per 6/7 minuti. Mettete la gelatina a bagno in un po' d'acqua e a fuoco spento unitela dopo averla strizzata alla composta di fragole. Mescolate bene e lasciate raffreddare.
  4. Passate la ricotta al setaccio e unitela alla composta di fragole. Montate l'albume con 20 g di zucchero fino ad ottenere una meringa che unirete alla crema di ricotta e fragole con l'aiuto di una spatola con movimenti delicati dall'alto verso il basso.
  5. Stendete la frolla con l'aiuto di un mattarello e rivestite uno stampo per crostate del diametro di 20 cm circa. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Disponete sopra l'impasto un foglio di carta forno riempitelo con dei pesi appositi o dei legumi secchi, tagliate la carta in eccesso e cuocete in forno caldo a 180° per 15 minuti, a questo punto togliete i pesi e rimettete in forno fino a cottura ultimata.
  6. Fate raffreddare la base, riempitela con la crema di ricotta e lasciatela riposare in frigo un paio d'ore. Prima di servire decoratela con fragole fresche, foglioline di menta e una spolverata di zucchero a velo.

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

Dolci/ Festività/ Lievitati/ Pasqua/ Ricette dal Mondo/ Senza categoria

Hot Cross Buns

Hot Cross Buns 

Sono dei panini dolci, profumati alle spezie e uvetta, che in Gran Bretagna si preparano nel periodo Pasquale.

Hot Cross Buns

 

Sull’origine di questi dolcetti circolano tante storie e leggende.

La leggenda più antica dice che gli Hot Cross Buns siano legati a Ostre una divinità Sassone (da cui deriva il nome easter/pasqua che si festeggia alla fine dell’inverno.

Sempre secondo questa leggenda la croce sui panini simboleggerebbe i quarti di luna.

Hot Cross Buns

la versione religiosa invece vuole la croce come simbolo della Crocifissione, motivo per cui gli Hot Cross Buns 

si preparano per il venerdì Santo.

Si dice anche che gli Hot Cross buns preparati in questo giorno e appesi in cucina si mantengano senza ammuffire per un anno intero, protegendo inoltre dal fuoco.

 

Hot Cross Buns

Ma la storia che mi ha di più incuriosito è questa:

Nell’ottocento una donna preparò nel giorno del venerdì Santo gli Hot Cross Buns per il figlio marinaio di ritorno proprio quel giorno.

Il Marinaio purtroppo non fece ritorno ma la madre corservo il dolcetto per tutto l’anno successivo sperando in un suo improvviso ritorno. e continuò a prepararne uno nuovo ogni anno.

Alla morte della donna il suo cottage era pieno di Hot Cross Buns.

Il Cottage venne poi acquistato è divento un pub ormai storico i The window’s son dove il rituale di appendere al soffitto ogni anno un Hot Cross Buns si ripete ancora oggi.

Hot Cross Buns

Print Recipe
Hot Cross Buns
Piccoli panini con uvetta e spezie della tradizione britannica, si preparano per il venerdì Santo e simboleggiano la Crocifissione
Porzioni
Ingredienti
Per Lucidare
Porzioni
Ingredienti
Per Lucidare
Istruzioni
  1. In una ciotola sciogliete il lievito nel latte insieme a due cucchiai di zucchero. mescolate e lasciate riposare per 5 minuti.
  2. Trascorsi i 5 minuti aggiungete la farina setacciata, le spezie,lo zucchero, l'uvetta, i canditi, il burro e l'uovo. Mescolate bene tutto. Otterrete un impasto appiccicoso.
  3. Trasferite l'impasto su di un piano infarinato e lavoratelo fino a renderlo liscio ed elastico.
  4. Mettete ora l'impasto in una ciotola unta d'olio. Copritelo con un cannovacio pulito e lasciatelo lievitare fino al raddoppio del volume.
  5. Dividete l'impasto in 12 parti e formate 12 palline. Disponete le palline formate su una teglia rettangolare ricoperta da carta forno. Copriteli con un panno pulito e lasciateli lievitare per 30 minuti circa.
  6. Mescolate l'acqua con la farina extra, con l'aiuto di una sac a poche o altro formate delle croci con l'impasto di acqua e farina sui panini.
  7. Cuocete in forno caldo a 200° circa per 30/35 minuti.
  8. Ammolate il foglio di gelatina in un po' d'acqua. Mettere lo zucchero e l'acqua rimasti in un pentolino a fuoco basso e fate cuocere, mescolando, fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. unite la gelatina ammollata e mescolate bene.
  9. Spennellate lo smalto ottenuto sui panini appena sfornati
Recipe Notes

La ricetta di questi Hot Cross Buns è di Donna Hay

Hot Cross Buns

Cake/ Dolci/ Festività/ Fluffosa/ Senza categoria

Guinness Fluffosa

Felice St. Patrick’s Day 

Oggi è un po’ come  per Halloween, non si sa ne perchè ne per come, ma noi italiani anche se non abbiamo una ragione per festeggiare lo facciamo lo stesso.

E io non sono da meno, ho già dedicato un paio di post a questa ricorrenza.

La prima volta ho preparato la  Guinness Chocolate Cake, poi due anni fa è stata la volta del Guinness Bread

e quest’anno sono tornata al dolce.

Ho preparato una versione “Fluffy” della Guinness cake

 Guinness Fluffosa

La ricetta della Fluffosa alla birra scura è una delle tante che trovate sul libro di Monica Zacchia

 “Le Fluffose”

Se non lo avete ancora comprato spero con questa ricetta di mettervi la voglia di farlo.

Ne vale assolutamente  la pena 😉

Guinness Fluffosa

Print Recipe
Guinness Fluffosa
La versione "Fluffy" della famosa Guinness Cake Irlandese
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per Decorare
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per Decorare
Istruzioni
  1. Separate i tuorli dagli albumi. Montate a neve fermissima gli albumi con le gocce di limone.
  2. In una ciotola capiente setacciate le polveri e aggiungete nell'ordine l'olio, i tuorli, la birra, la scorza d'arancia e mescolate bene fino ad amalgamare tutti gli ingrendienti.
  3. Unite gli albumi facendo attenzione a non smontarli.
  4. Versate il composto in uno stampo da chiffon cake senza ungerlo ne infarinarlo
  5. Cuocete in forno a 160° per 1 ora e 15 minuti circa o fino a cottura ultimata.
  6. Capovolgete la Fluffosa su un piatto da portata e fatela raffreddare a testa in giù. Sformatela aiutandovi con un coltello dalla lama sottile.
  7. Preparate la crema per la guarnizione montando il burro con lo zucchero a velo e la vaniglia.
  8. Guarnite la Guinness Fluffosa con la crema al burro e servite.

 

Guinness Fluffosa

Carnevale/ Classici/ Dolci

Chiacchiere alla Panna

Oggi è martedi grasso, l’ultimo giorno di bagordi culinari prima di tornare un po’ a regime 🙂

Ieri vi ho lasciato una carrellata di ricette  carnevalesche delle mie amiche blogger, 

oggi vi lascio una mia ricetta.

Le famosissime Chiacchiere in versione light ( se così vogliamo dire)

preparate con soli due ingredienti:

Farina e Panna

Chiacchiere alla Panna

Facili e veloci da preparare, leggerissime all’assaggio, spariscono in un attimo.

Provatele e fatemi sapere se vi sono piaciute 🙂

Chiacchiere alla Panna

Print Recipe
Chiacchiere alla Panna
Tra le più classiche preparazioni di Carnevale, le chiacchiere in una versione light con soli 2 ingredienti
Tempo di preparazione 25 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Per decorare
Tempo di preparazione 25 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Per decorare
Istruzioni
  1. Disponete la farina a fontana su una spianatoia. Versate piano piano la panna, la scorza di limone e cominciate a impastare fino ad incorporare tutta la panna e ottenere un impasto liscio e omogeneo.
  2. Formate una palla, copritela con la pellicola da cucina e mettetela a riposare in frigo per 30 minuti circa.
  3. Con la macchina per tirare la sfoglia, stendete la pasta a uno spessore di 3 mm (la penultima o terzultima tacca). tagliate le sfoglie ottenute in rettangoli più o meno regolari, fate dei tagli al centro di ogni rettangolo.
  4. Friggete le chiacchiere ottenute in olio profondo, fino a che non sono dorate e gonfie. Togliete l'unto in eccesso su fogli di carta assorbenti. Trasferite su un piatto da portata, spolverizzate con zucchero a velo e servite

Chiacchiere alla Panna

 

Chiacchiere alla Panna