Browsing Category

Crostate

Classici/ Crostate/ Cucina Regionale/ Festività/ Pasqua

Pastiera Napoletana

La Pastiera è uno dei dolci simbolo della tradizione pasticcera napoletana.

Le sue origini sono legate a una leggenda, secondo la quale le mogli dei pescatori pregando per il ritornoa casa dei loro mariti, portarono in offerta al mare delle ceste piene di ricotta,grano,canditi e fiori d’arancio.

L’indomani tornate in spiaggia ad accogliere i mariti, si accorsero che durante la notte le onde avevano mischiato gli ingredienti dentro le ceste e avevano formato una torta, La Pastiera.

Questo antico dolce veniva sicuramente usato nelle feste pagane per festeggiare l’arrivo della primavera e oggi è il dolce simbolo della Pasqua napoletana.

La versione della pastiera cosi come oggi la conosciamo si dice sia dovuta alle suore di un monastero sconosciuto.

Di sicuro ogni famiglia ha la sua ricetta perfetta, con delle varianti che la rendono speciale.

La ricetta di questa pastiera è quella di Tavolartegusto, una ricetta stratosferica che io non lascio più.

Print Recipe
Pastiera Napoletana
Pastiera Napoletana
Porzioni
8/10 persone
Ingredienti
Porzioni
8/10 persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Almeno 12 h prima (meglio se 24 h prima) preparate la frolla.
  2. Montate con l’aiuto delle fruste elettriche o la planetaria, il burro morbido con lo zucchero , la buccia di limone e l’aroma di fiori d’arancio per almeno 3- 4 minuti fino ad ottenere un composto cremoso
  3. Aggiungete sempre montando a velocità alta l’uovo e poi i tuorli, uno alla volta, aspettando che il primo si assorba, prima di inserire il secondo, fino ad ottenere una crema liscia, omogenea e priva di grumi, infine aggiungete un pizzico di sale
  4. A questo punto inserite la farina in un sol colpo precedentemente setacciata con il lievito e girate a mano con una spatola, in poche mosse la frolla si compatterà, pur rimanendo molto morbida. Trasferite su una spianatoia e impastate poco, il tempo di amalgamare tutti gli ingredienti insieme, attaccherà un pochino alle mani, così dev’essere, aggiungete altri 6-7 gr di farina per compattare e formare una palla
  5. Sigillate la vostra pasta frolla per pastiera in una pellicola, appiattite e lasciate in frigo per un circa 12 h (meglio 24 h prima) Il riposo è fondamentale, parliamo di un impasto morbido che deve indurirsi per essere lavorato alla perfezione. Il guscio della pastiera, così come le strisce decorative, devono essere ricavate da un impasto rigido e fresco
  6. Sempre almeno 12 h prima (meglio 24 h prima) di procedere: sgocciolate perfettamente la ricotta,strizzandola più volte in un strofinaccio di cotone; unitela allo zucchero, girate bene e lasciate marinare in una ciotola coperta da una pellicola.
  7. Il giorno della realizzazione della pastiera napoletana, procedete prima di tutto a preparare la crema di grano: Ricavate dagli agrumi delle bucce piuttosto spesse, serviranno tutte, quindi non lasciate pezzi sui frutti
  8. Disponete in un pentolino basso e di media grandezza (non troppo piccolo, il grano è bene che stia largo e disteso) il grano, il latte, il burro e tutte le bucce degli agrumi.
  9. Ponete su fuoco bassissimo e cuocete per 25 – 30 minuti girando di continuo. Al termine del tempo indicato, dovrete aver ottenuto una crema vellutata
  10. a questo punto eliminate le bucce degli agrumi, avendo cura di ripulirle bene e di non lasciare attaccata la crema e non sprecare quindi l’impasto. Prelevate 100 gr di crema di grano e frullatela.
  11. Quest’operazione è necessaria, per rendere ancora più cremoso il composto finale. E’ possibile frullarne anche 150 gr ma non di più, i chicchi di grano devono comunque essere presenti nella vostra pastiera. A questo punto unite la crema frullata a quella precedente e lasciate raffreddare completamente.
  12. Setacciate la ricotta. Alla ricotta setacciata, aggiungete la cannella, girate bene, poi amalgamate le uova e i tuorli, uno alla volta, avendo cura di far assorbire il precedente, prima di aggiungerne un altro, infine aggiungete i cucchiai di aroma di fiori d’arancio. Il composto finale si presenterà come una crema liscia e piuttosto morbida.
  13. Sminuzzate i canditi. uando la crema di grano è perfettamente fredda, aggiungetela alla crema di ricotta e infine aggiungete i canditi, girate bene. Il ripieno della vostra pastiera è pronto. coprite il ripieno con una pellicola e ponetelo in frigo
  14. Spolverate bene di farina il vostro piano di lavoro e stendete la frolla (ormai fredda e dura) ad uno spessore di circa 4 mm circa , avvolgete la sfoglia sul matterello e adagiatela sul vostro stampo per pastiera precedentemente imburrato e infarinato. Con l’aiuto di un matterello appiattite i bordi della superficie per tagliare via l’impasto in eccesso, con un coltello a lama affilata ritagliate i bordi a filo con lo stampo e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta.
  15. ponete il guscio di frolla in frigo e stendete gli sfridi di impasto per ricavare le strisce. Attenzione! se avete realizzato il guscio velocemente, gli sfridi di pasta frolla saranno ancora freddi e dunque sarà semplice tagliarli perfettamente.Se invece avete messo più tempo e si sono riscaldati ponete in freezer per 10 minuti e procedete a stendere l’impasto. Stendete l’impasto ad uno spessore di circa 3-4 mm e ricavate delle strisce (6-8 a seconda della dimensione dello stampo ) della larghezza di 1 cm /1,2 cm massimo 1,5 cm con l’aiuto di un taglia pasta liscio oppure di un coltello se avete la mano ferma, altrimenti meglio la rotella:
  16. A questo punto tirate fuori il ripieno dal frigo , versatelo nella tortiera lasciando 6 -7 mm di spazio dal bordo
  17. Adagiate le prime 3 o 4 strisce sulla pastiera, ad una distanza uguale di circa 4 cm, adagiate infine le altre strisce incrociandole alle precedenti, in modo che si formino dei rombi. una volta aggiunte tutte le strisce, tagliatele con un coltello nei pressi del bordo, facendo attenzione a lasciare un piccolo margine e non tagliare troppo. Sigillatele pinzando gli estremi delle strisce sui bordi. la vostra pastiera è pronta per essere cotta.
  18. Cuocete in forno già caldo nella parte medio bassa a 150° per 1 h e 45′ – 50′ circa. Dopo 1 h controllate la situazione, e’ possibile che la pastiera si gonfi, niente paura, aprite leggermente il forno e richiudete. Negli ultimi 15 minuti controllate il colore della vostra pastiera, doverà essere caramellata – ambrata, se è un pò pallida, trasferitela al piano medio – alto affinchè si colori leggermente e solo gli ultimi 5′ se proprio non riesce a prendere un bel colore, alzate a 180° (solo se non è bella caramellata) Fate la prova stecchino, l’interno deve risultare asciutto. Spegnete il forno e lasciate riposare la pastiera nel forno spento aperto solo con un cucchiaio di legno per circa 30 minuti Se la pastiera si è gonfiata in cottura, in questa fase prenderà la forma tipica che vedete. Sfornate e lasciate raffreddare in teglia . Non toccate la pastiera per almeno 2 giorni. Gli aromi devo assestarsi insieme ai profumi. Abbiate pazienza per gustare un pastiera napoletana perfetta

Cake/ Crostate/ Dolci/ Torta

Cream Tart

La Cream Tart è una torta molto scenografica composta da pasta frolla o briseè , sucreè o pasta biscotto,una crema frosting decorata con frutta,biscotti e fiori.

La sua preparazione è molto più semplice di quello che sembra, ma è una di quelle preparazioni che vi faranno fare un figurone.

Se non l’avete ancora provata è arrivata il momento di farlo.

Print Recipe
Cream Tart
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per la crema al mascarpone
Per decorare
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per la crema al mascarpone
Per decorare
Istruzioni
  1. Lavorate la farina con il burro,lo zucchero e il pizzico di sale.
  2. Unite le uova e lavorate l'impasto finchè non diventa liscio.
  3. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per 1 oretta prima di utilizzarla.
  4. Dividete l'impasto in due parti e stendetelo su un piano infarinato.
  5. Ritagliate la forma da voi scelta (numero,cuore, lettera) un cerchio con un buco al centro nel nostro caso.
  6. Trasferite due cerchi ottenuti su due teglie ricoperte di carta forno e cuocete in forno a 180° per 15 minuti circa.
  7. Lasciate raffreddare completamente i biscotti prima di toccarli altrimenti potrebbero rompersi.
  8. Nel frattempo preparate la crema al mascarpone. lavorate il mascarpone con lo zucchero a velo e gli aromi.
  9. Montate a neve la panna e con una spatola unitela al mascarpone. Trasferite la crema ottenuta dentro una sac a poche con il beccuccio liscio.
  10. Adagiate il primo disco di frolla su un piatto da portata. Ricopritelo con tanti ciuffetti di crema. Ripetete la procedura con il secondo disco.
  11. Decorate con la frutta,la cioccolata e i fiori.
Recipe Notes

Per questo genere di preparazioni preferisco usare la panna vegetale perchè è molto più stabile della panna fresca e non rischiate che si smonti.

Crostate/ Dolci/ Ricette dal Mondo

Grape Pie

grape-pie

Le Pie insieme alle crostate sono tra i dolci che più mi piace preparare e ovviamente anche mangiare.

Oggi complice un gradito regalo vi lascio la ricetta della Grape Pie, una profumatissima pie all’uva fragola.

Facilissima da preparare con la ricetta base per la Pie Crust di Laurel Evans tratta dal suo libro  American Bakery

Ricetta che io amo perdutamente e che uso sempre per preparare le pie.

Grape Pie

La Pie crust si sposa benissimo con i ripieni di frutta e questa in particolare ripiena di uva fragola è eccezionale.

L’uva fragola ha un sapore molto dolce e fruttato e l’odore di fragoline di bosco necessita quindi di pochissimo zucchero è buonissima già così al naturale.

Print Recipe
Grape Pie
Una golosissima pie all'uva fragola
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 40/45 minuti
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per la Pie Crust
Per il ripieno
Inoltre
  • 1 Uovo per spennellare
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 40/45 minuti
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per la Pie Crust
Per il ripieno
Inoltre
  • 1 Uovo per spennellare
Istruzioni
  1. Setacciate la farina con il lievito e il sale. trasferite in un robot da cucina, unite il burro e azionate l'apparecchio fino ad ottenere un impasto in briciole.
  2. Unite l'aceto e i cucchiai di acqua e lavorate l'impasto con le mani. Formate una palla, copritela con la pellicola e mettetela a riposare in frigo per un ora circa.
  3. Lavate e asciugate gli acini d'uva, metteteli in una ciotola spolverateli con l'amido ,lo zucchero e la cannella e teneteli da parte,
  4. Dividete l'impasto in due parti e stendetelo in 2 dischi sottili. Trasferite uno dei due dischi in una tortiera di 24 cm di diametro, versate sopra l'uva. Ricoprite con il disco rimasto e sigilate bene i bordi aiutandovi con le dita o con i rebbi di una forchetta.
  5. Spennellate la superficie della Pie con un tuorlo d'uovo, con una forbice praticate dei tagli sulla Pie e infornate a 180° per 40/45 minuti o fino a cottura ultimata.

 

Crostate/ Dolci/ Ricette dal Mondo/ Senza categoria

Clafoutis di Michel Roux

Tempo di Ciliegie tempo di Clafoutis.

Il Clafoutis è un dolce tradizionale Francese, ma non voglio raccontarvi la storia delle sue origini  perchè lo avevo già fatto qui.

Ma del Clafoutis di Michel Roux  Cuoco e pasticcere Francese che ormai sapete io amo moltissimo.

Clafoutis di Michel Roux

Il Clafoutis non sempre piace a tutti, se fatto male la sua consistenza è molto simile a una frittata dolce

e non è il massimo.

Con la ricetta di Roux questo pericolo è scampato.

Lui racchiude il Clafoutis dentro un guscio di pasta brisèe donando una croccantezza che di base a questa preparazione manca.

Clafoutis di Michel Roux

Print Recipe
Clafoutis di Michel Roux
Il Clafoutis è un dolce tradizionale della cucina francese, originario della regione di Limousin, il più famoso è il clafoutis alle ciliegie che in Francia preparano con le ciliegie selvatiche intere ,nocciolo compreso.
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per la Brisèe:
Per il Clafoutis:
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per la Brisèe:
Per il Clafoutis:
Istruzioni
  1. Lavorate con la punta delle dita il burro il sale e lo zucchero. unite l'uovo e piano piano incorporate la farina fino ad ottenere un impasto grumoso. aggiungete il latte, lavorarate fino a rendere l'impasto liscio. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo a riposare.
  2. Lavate e snocciolate le ciliegie.
  3. In una ciotola unite l'uovo alla farina mescolando con una frusta ma senza lavorare troppo. Aggiungete il burro fuso e il liquore se avete scelto di metterlo, infine unite il latte e i semi di vaniglia.
  4. Tirate fuori dal frigo l'impasto per la brisèe, stendetelo con l'aiuto di un mattarelo e ricoprite con esso una teglia con anello apribile di 18 cm di diametro e 2,5 cm di altezza.Mettete a riposare in frigo per una ventina di minuti. Bucherellate il fondo del guscio con i rebbi di una forchetta, rivestite il fondo con un disco di carta forno riempite con dei pesetti e cuocete il guscio in bianco in forno a 180° per 15 minuti. Togliete i pesetti e infornate per altri 5/10 minuti. Sfornate alzate la temperatura del forno a 200°
  5. Distribuite le ciliege nel guscio di pasta brisèe, ricoprite con la pastella, che deve arrivare fino al bordo del guscio. Infornate per 25 minuti circa fino a che la superfice non si colora. fate la prova stecchino per avere la certezza che il clafoutis sia cotto bene. Sformate su un piatto da portata spolverate con zucchero a velo e servite caldo.

Clafoutis di Michel Roux

Se il Clafoutis di Michel Roux  vi è piaciuto provate anche queste ricette:

I Croissant

La Torta di Mele

La Pasta Brioche

Crostate/ Dolci/ Festa della mamma/ Festività

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

Cominciamo questo Lunedì con dolcezza, oggi vi lascio la ricetta di una buonissima crostata con un ripieno davvero goloso.

Una crema di ricotta arricchita da una composta di fragole che non potrà non piacervi.

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

Semplice da preparare come piace a me.

Molto bello il risultato finale, è una crostata che potrete tranquillamente preparare come fine pasto per un pranzo domenicale.

perfetta per festeggiare la mamma la prossima domenica

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

 Se come me amate in modo viscerale le fragole non potete che provarla.

Questo è proprio il periodo giusto per farlo,le fragole ormai sono di stagione, hanno un profumo e un sapore meraviglioso,

delle buone fragole in questa preparazione fanno ovviamente la differenza.

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole

 

Print Recipe
Crostata con Crema di Ricotta e Fragole
Una classica pasta frolla, ripiena con una crema di ricotta e fragole, irresistibile.
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per il ripieno
Per decorare
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Per il ripieno
Per decorare
Istruzioni
  1. Tagliate a tocchetti il burro e amalgamatelo con lo zucchero, unite l'uovo intero e il tuorlo e infine la farina passata al setaccio, la buccia di limone grattugiata e il pizzico di sale.
  2. Lavorate velocemente tutti gli ingredienti, formate una palla con l'impasto. Avvolgetelo con la pellicola da cucina e Trasferitelo in frigo a riposare per 30 minuti.
  3. Nel frattempo Lavate le fragole per il ripieno e tagliatele a dadini. Trasferitele in un pentolino con 80 g di zucchero e il succo del limone e cuocetele per 6/7 minuti. Mettete la gelatina a bagno in un po' d'acqua e a fuoco spento unitela dopo averla strizzata alla composta di fragole. Mescolate bene e lasciate raffreddare.
  4. Passate la ricotta al setaccio e unitela alla composta di fragole. Montate l'albume con 20 g di zucchero fino ad ottenere una meringa che unirete alla crema di ricotta e fragole con l'aiuto di una spatola con movimenti delicati dall'alto verso il basso.
  5. Stendete la frolla con l'aiuto di un mattarello e rivestite uno stampo per crostate del diametro di 20 cm circa. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Disponete sopra l'impasto un foglio di carta forno riempitelo con dei pesi appositi o dei legumi secchi, tagliate la carta in eccesso e cuocete in forno caldo a 180° per 15 minuti, a questo punto togliete i pesi e rimettete in forno fino a cottura ultimata.
  6. Fate raffreddare la base, riempitela con la crema di ricotta e lasciatela riposare in frigo un paio d'ore. Prima di servire decoratela con fragole fresche, foglioline di menta e una spolverata di zucchero a velo.

Crostata con Crema di Ricotta e Fragole